Cucina ladina

Un tempo nelle valli ladine si possedeva solo lo stretto necessario per sopravvivere. L’alimentazione era molto semplice, ci si nutriva piú che altro di latticini, verdure, minestre d‘orzo e fave, farina di mais.
Caratteristiche sono le ricette essenzialmente povere, ma genuine, come i canederli, le minestre e le „tutres“ (frittelle di spinaci e ricotta oppure di crauti, che una volta venivano preparate solo il sabato sera).
Per far conoscere meglio la cucina ladina e imparare a preparare alcuni piatti tradizionali, vengono organizzati dei corsi di cucina presso un tipico maso ladino.

Specialitá tipiche ladine sono:

  • tutres: fritelle di spinaci e ricotta, oppure di crauti oppure ancora di papavero servite tipicamente con la “panicia”, minestra d`orzo.
  • cajincí arstîs: mezzelune con pasta di patate e lievito ripiene di spinaci e cotte nell’olio
  • gnoch da zigher: gnocchi di pane raffermo con l’aggiunta di un formaggio molto saporito fatto in casa
  • canederli con lo speck
  • furtaies e crafuns mori: fritelle cotte nell’olio e accompagnate da marmellata di mirtilli rossi
  • cütles da pom: fritelle di mele

Per un pranzo o una cena tipicamente ladina consigliamo gli agriturismi oppure uno dei molti ristoranti a La Val che offrono le specialitá ladine (vedi nell'indice degli esercizi).